• Info

    Formula vacanza

    individuale

     

    Date di partenza

    ogni giorno dal 1.04 al 11.10.20

    minimo due partecipanti

     

    Quota per persona in doppia

    1070 € B&B

     

    Comprende:

    • 10 pernottamenti con colazione
    • trasporto bagagli
    • materiale informativo
    • tracce GPS
    • assistenza telefonica
    • assicurazione medico/bagaglio

     Non comprende

    • viaggio a/r dall'Italia
    • tasse di soggiorno 
    • dispositivo GPS
    • contachilometri e caschetto
    • biglietti di ingresso alle attrazioni indicate nel programma
    • trasporti come da programma 
    • quanto non specificato alla voce “Comprende”

    Supplementi

    299 € camera singola

    145 € noleggio bici

    320 € bici elettrica

    655 € viaggiatore singolo

     

  • Itinerario

    1° Arrivo individuale a Ennis. Oggi non si pedala, ma il pernottamento è ugualmente incluso nella quota.

    Il vostro viaggio tra l’entroterra irlandese e le isole della costa inizia in un luogo emblematico: terra e mare si mescolano già nel nome della cittadina di partenza, Ennis, che deriva infatti da “inis”, la parola gaelica per “isola”. Questo paese immerso nella campagna si sviluppò nel medioevo attorno a un monastero francescano, sorto proprio su un’isola del fiume Fergus.

     

    2° Ennis – Kilkee (60 km)

    Tranquille stradine di campagna vi accompagnano fuori da Ennis verso Kilkee, direttamente sulla costa dell’Atlantico. Durante l’epoca vittoriana, questa cittadina balneare fu meta privilegiata per chi voleva trascorrere qualche giorno di riposo in riva al mare. Perché non approfittarne per una passeggiata sulla sua spiaggia, lunga ben due chilometri, e magari per un tuffo nell’oceano?  

     

    3° Kilkee – Loop Head  – Kilkee (35/65 km)

    Il percorso di oggi vi porta verso Kilbaha, su di una penisola che si lancia verso l’Atlantico. La meta è proprio la punta estrema di questa lingua di terra, Loop Head, dove un faro illumina la costa fatta di spettacolari scogliere, ammantate di prati dal tipico verde irlandese. Dopo aver fatto il pieno di questi paesaggi così selvaggi, siete pronti a tornare a Kilkee per il pernottamento. 

     

    4° Kilkee – Lahinch (50 km)

    Questa volta si procede verso nord, seguendo sempre la linea della costa. Qui il paesaggio sembra farsi più tranquillo, con scogliere meno imponenti e verdi praterie che digradano dolcemente verso il mare. Arrivo a Lahnich, rinomata località per il surf e per i campi da golf, le cui tracce storiche sono ancora visibili nelle rovine del Dough Castle.   

     

    5° Lahinch – Doolin (15/40 km)

    Lasciata Lahinch, si pedala verso uno dei punti forti del tour: le Cliffs of Moher. Dimenticate i prati che scendono armoniosamente verso l’oceano. Qui la costa si innalza vertiginosamente e forma impressionanti scogliere, alte più di 200 metri. La tappa è volutamente breve per permettervi di gustare con tutta tranquillità questa meraviglia della natura. Se però avete voglia di pedalare ancora, consigliamo di proseguire fino alle rovine dell’abbazia di Kilfenora e alle sue tipiche croci celtiche. A fine giornata, ritorno verso la costa e pernottamento a Doolin, famosa in Irlanda per la musica tipica che ogni sera viene suonata nei suoi pub.

     

    6° Doolin – Kinvarra (50/65 km)

    La linea di costa vi guida ancor più verso nord, su stradine di campagna che si immergono nel Parco Nazionale del Burren, dove antichissimi dolmen, testimonianze dei popoli preistorici, si innalzano su immense distese di roccia e erba. Ballyvaughan è una cittadina ideale per una sosta: consigliamo una visita alla Burren Perfumery, dove verrete avvolti da un mare di profumi e sapori tipicamente irlandesi. Si prosegue poi verso Kinvarra, meta della giornata.

     

    7° Kinvarra – Galway (40 km)

    La tappa di oggi vi farà vivere un po’ di vita cittadina. Raggiungerete infatti Galway, principale città della costa occidentale dell’Irlanda, vivace centro universitario. Avrete modo di gustare la frizzante atmosfera che ha reso Galway una mecca per gli artisti, ma anche per giovani e turisti, semplicemente passeggiando per le sue strade lastricate tra caffè bohémienne, pub tradizionali e negozi di artigianato. Potrete, inoltre, esplorare la riva del fiume Corrib e i numerosi canali che attraversano la città. Assolutamente da non perdere una passeggiata serale tra pub e bar quando la notte si riempie di musica, la vera e propria attrazione di Galway.  

     

    8° Galway – Inishmore (40 km)

    Sveglia di buon mattino per godersi appieno l’intera giornata, che si preannuncia davvero intensa! Pedalate fino a Rossaveal, dove alle 13:00 prenderete il traghetto per le isole Aran (non incluso nella quota), e in particolare per Inishmore, la più grande dell’arcipelago. Le tranquille strade dell’isola sono perfette per i ciclisti e vi permetteranno di esplorarla al meglio. Potrete visitare Dun Aengus, uno dei siti preistorici più spettacolari d’Irlanda, e vivere da veri isolani per un giorno. Il pernottamento è infatti previsto sull’isola.

     

    9° Inishmore – Carna (45 km)
    Dopo una mattinata dedicata all’esplorazione dell’isola e magari a una visita del Black Fort, un sito archeologico antico di 3000 anni, si ritorna silla terraferma con il traghetto (non incluso). La meta è un’altra delle più conosciute regioni irlandesi, il Connemara, dove la natura dà il meglio di sé. Spettacolari vedute sulle Twelve Bens, le dodici montagne che si ergono nel centro del parco naturale, si alternano ai panorami costieri che vi accompagnano fino a Kilkieran e poi a Carna, caratterizzata da tranquille spiagge sabbiose.

     

    10° Carna – Clidfen (45/60 km)

    L’ultima tappa del viaggio si snoda ancora lungo la costa, passando per Roundstone, conosciuta per gli strumenti tradizionali che qui vengono prodotti a mano. Si continua poi per Ballyconneely e il punto in cui nel 1919 Alcock e Brown atterrarono dopo aver sorvolato per la prima volta l’Atlantico senza scalo. Se vi sentite ancora pieni di energia, potete allungare la tappa e percorrere la Sky Road, per godere ancora una volta dei meravigliosi panorami della costa. Pernottamento e gran finale a Clifden, colorata cittadina dove potrete passare un’allegra serata in uno dei suoi pub, deliziati dalla musica tradizionale irlandese. 

     

    11° Clifden

    Dopo colazione, fine dei servizi.

     

    Per motivi organizzativi, climatici o per disposizioni delle autorità locali, l’itinerario potrebbe subire modifiche prima e/o durante la vacanza.

     

  • Caratteristiche

    Il Connemara e il Burren sono 2 meravigliose regioni nell’ovest dell’Irlanda, un susseguirsi di montagne, paludi, brughiere, praterie e boschi.

     

    La zona interna è ricoperta quasi interamente da torbiere, laghi e stagni, ed è abbastanza selvaggia. La costa invece annovera moltissime penisole e isolette sparse.

     

    Il terreno è pianeggiante con qualche dolce collina, che accentua la pendenza soprattutto in corrispondenza della costa.

     

    Il tour include le più importanti attrattive della regione, mantenendo il livello non troppo difficile. Consigliamo tuttavia di affrontare questo itinerario con un minimo di allenamento, anche perché, oltre alle salite più o meno impegnative, potrete dover affrontare giornate ventose e piovose.

     

  • Come arrivare

    Il nome dell’hotel d’arrivo vi sarà comunicato nel Documento Finale qualche giorno prima della partenza. Sarà facilmente raggiungibile dalla stazione di Ennis a piedi oppure in taxi.

    In aereo

    Gli aeroporti più vicini a Ennis sono quello di Shannon (sul quale non si vola direttamente dall’Italia), di Knock e di Dublino.

     

    L’aeroporto di Knock è servito da:
    Ryanair da Milano Bergamo.


    Dall’aeroporto di Knock potete prendere un bus fino al centro di Galway, e qui un altro bus fino a Ennis. Per maggiori informazioni visitate il sito: www.buseireann.ie

     

    Le maggiori compagnie aeree che volano su Dublino sono: 

    Aer Lingus da Bologna, Catania,Milano Linate, Milano Malpensa, Napoli, Roma Fiumicino, Venezia.

    Ryanair da Bari, Bologna, Cagliari, Milano Bergamo, Milano Malpensa, Napoli, Palermo, Pisa, Roma Ciampino, Torino, Treviso, Verona.

     

    Chiedeteci un preventivo: ricordatevi che prima si prenota meno si spende!

     

    Dall’aeroporto di Dublino dovrete prendere un bus diretto per Galway (maggiori informazioni al sito www.citylink.ie) e da lì un bus per Ennis (maggiori informazioni al sito www.buseireann.ie).

     

     

  • Pernottamento e pasti

    Il tour include:

    • 10 pernottamenti in B&B;
    • tutte le colazioni.

     

    Il pranzo e la cena sono libere. Lungo il percorso trovererete spesso negozi o ristoranti, ma se vi aspetta una tappa molto naturalistica acquistate acqua e cibo al mattino, prima di partire.



    ll primo giorno è dedicato all'arrivo in hotel: non si pedala, e il pernottamento è incluso nella quota.

     

    Da sapere:

    • troverete la lista hotel definitiva nel Documento Finale. 
    • in alcuni casi l'hotel potrà sistemare alcuni partecipanti in altre strutture collegate.
    • una variazione degli hotel può capitare, le strutture alternative saranno sempre della categoria prenotata.
    • la classificazione varia a seconda dalla nazione, ad esempio aria condizionata e ascensore non sono sempre presenti. 
    • alcuni hotel vi potranno chiedere un deposito cauzionale con carta di credito che verrà sbloccato alla vostra partenza. 
    • non tutte le strutture garantiscono la camera doppia con letti separati, potreste trovare camere matrimoniali con due materassi singoli.
    • le camere triple sono spesso camere doppie con letti aggiunti.
    • le camere quadruple possono essere sostituite da due camere doppie (viaggi famiglie).

     

  • Bici e accessori

    Le bici disponibili in questo tour sono:

    • ibride a 27 rapporti.
    • a pedalata assistita

     

     Le bici sono equipaggiate con:

    • kit di riparazione (con camera d’aria di riserva);
    • borsa posteriore;
    • pompa; 
    • lucchetto;
    • borse laterali;
    • porta borraccia;
    • contachilometri.

     

    Il casco non è obbligatorio, ma consigliamo sia agli adulti che ai bambini di usarlo sempre. 

     

     

  • Materiale informativo

    Prepariamo con cura il materiale informativo del percorso per garantirvi una vacanza senza pensieri. Ecco come vi invieremo il pacchetto informativo (uno per cabina/camera): 

     

    Riceverete a casa:

    • descrizione del percorso in italiano
    • assicurazione medico/bagaglio 
    • depliant informativi

     

    Riceverete via email, a qualche giorno dalla partenza:

    • scheda del viaggio
    • tracce GPS
    • voucher vacanza come conferma dei servizi prenotati
    • lista degli hotel
    • Documento Finale con le informazioni fondamentali per la vacanza

     

    Riceverete all'arrivo:

    • etichette bagaglio
    • mappe del tour

     

    Controllate tutto il materiale, e se dovesse mancare qualcosa contattateci. 

     

    In caso di prenotazioni sotto data riceverete via email una parte dei documenti e tutto il resto vi verrà consegnato all'arrivo.

     

     

  • Al vostro fianco

    La sera del vostro arrivo o la mattina del secondo giorno un nostro collaboratore vi incontrerà al vostro hotel per consegnarvi le biciclette e darvi le ultime informazioni. (Attenzione!Solo in inglese).

     

    Per tutta la vacanza avrete a disposizione per le emergenze:

    • il nostro numero in Italia, attivo ogni giorno dalle 8:00 alle 20:00 
    • i contatti del referente locale.
  • 2 Impressioni di viaggio
    • Vincenzo

      Vacanza del 10-20 agosto 2019

      Pubblicazione 28 settembre 2019

      Il nostro sesto Girolibero è stato sicuramente il più spettacolare per la natura ed paesaggi della Wild Atlantic Way, dall’orizzonte sconfinato di Loop Head, alle vertiginose Cliffs of Moher, dal fragore delle onde delle isole Aran alle case colorate di Galway, dal paesaggio fantastico del Burren ai tornanti da fiaba della Sky Road.

      Da tenere in conto clima che è ... irlandese, pioggia ogni giorno, ma leggera e breve, clima fresco e vento continuo, a tratti impetuoso. Ma nulla che non si gestisca con un po’ di equipaggiamento.

      Da considerare che non si è su ciclabile e lunghi tratti sono a bordo di strade tutt’altro che secondarie (soprattutto alcune tappe). Nessun pericolo (automobilisti molto rispettosi), ma il rumore delle auto rovina un po’ la meraviglia dei paesaggi naturali.

      500 Km da fare, alloggi eccellenti con host tutti cordiali e disponibilissimi.
    • Paolo

      Vacanza del 25 luglio - 04 agosto 2019

      Pubblicazione 12 agosto 2019

      È un giro stupendo. Bisogna fare i conti con tanto cielo coperto e pioggia. Ma gli irlandesi con cui abbiamo parlato dicono che il cambiamento climatico da loro si sta manifestando con un aumento della piovosità estiva.
      Così è...
14
2